via Pioppazze,81
Sarno (Sa)

ESCAVO PORTO COMMERCIALE Napoli

IN CORSO

opere_marittime_marchio_300_29

punto_blu_20 ENTE APPALTANTE Autorità di sistema portuale del Mare Tirreno Centrale

punto_viola_20  OGGETTO L’intervento prevede l’escavo dei fondali dell’area portuale di Napoli con deposito dei materiali dragati in cassa di colmata della darsena di levante.

planimetria generale

Cassa di colmata

Nel momento in cui è stato redatto il progetto di primo stralcio, doveva essere ultimata la costruzione della “Cassa di colmata di Levante” ottenuta attraverso la chiusura della Darsena di Levante, in cui depositare il materiale dragato dai fondali del porto. Costruzione della cassa di colmata di levante da ultimare prima dell’inizio dei lavoridi dragaggio. Il riempimento della cassa verrà realizzato applicando tecniche di consolidamento adatte a garantire l’ottenimento dei requisiti di resistenza e deformabilità previsti per la funzionalità di un terminal contenitori. Tale sarà, infatti, la destinazione d’uso della nuova area.

 

Microsoft Word - MI003P-PERT6000-C2 - Relazione generale.doc

 

 

Dragaggio

Il dragaggio interesserà le zone più critiche dello specchio acqueo portuale per un totale di 653.192 m²; saranno asportati sedimenti per uno spessore medio di 2 m, con spessori massimi fino a 8 m limitati a piccole aree. Così come richiesto esplicitamente dal Ministero dell’Ambiente e dal C.S.LL.PP., il progetto prevede di eseguire il dragaggio utilizzando il grappo ecologico, con l’ausilio di panne galleggianti; tale metodo è stato adottato al fine di minimizzare l’effetto di risospensione del sedimento durante la fase di dragaggio. Il materiale dragato sarà trasportato fino alla banchina della cassa di colmata utilizzando bette, prelevato con grappi, depositato su appositi cassoncini e quindi ripreso per essere depositato appoggiandolo sul fondale della cassa. Il metodo di dragaggio e refluimento descritto è stato definito con il duplice obiettivo di: – massimizzare il volume di materiale dragato che è possibile depositare direttamente sul fondale della cassa riducendo i tempi legati alla sedimentazione e quindi la durata del cantiere; – addensare il materiale refluito già durante le fasi di dragaggio in vista del grado di consolidazione che sarà necessario raggiungere per utilizzare l’area come Terminal Contenitori, così come previsto nei programmi di sviluppo del Porto. Durante le fasi di deposito del materiale, il livello dell’acqua all’interno della cassa verrà mantenuto costante a quota 0,00 m l.m.m. con l’ausilio di idrovore e di un sistema di pozzi disposti lungo tutto il perimetro, che agiranno direttamente sulla falda freatica esistente all’interno del volume impermeabilizzato. Alla fine delle attività di deposito dei sedimenti, verrà realizzato un sistema di dreni verticali a gravità e un rilevato di precarica che favoriranno ulteriormente il consolidamento dell’ammasso. Tali accorgimenti funzionali al raggiungimento del grado di consolidazione necessario possono essere adottati in virtù dell’impermeabilità della cassa. Le acque emunte, così come tutte le acque entrate a contatto con i sedimenti dragati saranno inviate ad un impianto di trattamento prima dello scarico a mare. Data l’urgenza di eseguire i lavori in oggetto, è prevista la realizzazione di un impianto di illuminazione adatto a permettere lo svolgimento delle attività anche dopo il tramonto. Anche i prezzi e le analisi sviluppate tengono conto di cicli di lavoro distribuiti sulle 24 ore. Per svolgere le analisi di refluimento, filtrazione e consolidazione del terreno depositato nella colmata sono stati utilizzati tutti i risultati delle prove a grande scala eseguiti sui componenti del sistema di impermeabilizzazione della colmata, ovvero le prove sul diaframma plastico, sui palancolati e sul sistema palancoletufo di base nonché i risultati della recentissima prova eseguita su richiesta diretta del Ministero dell’Ambiente.

 

 

3-3 PORTO DI NAPOLI - DARSENA DI LEVANTE - SEZIONE TIPO DOPPIO PALANCOLATO

Metodo di dragaggio

Il lavoro di dragaggio sarà eseguito eseguito principalmente in due fasi :

A – Dragaggio e refluimento idraulico in vasca di colmata ;

B – Dragaggio e scarico meccanico meccanico in vasca di colmata;

 

dragaggio idraulico esempoio

Dragaggio e refluimento idraulico in vasca di colmata

Il dragaggio viene eseguito con motopontone autocaricante e refluito in vasca mediante apposite pompe predisposte a bordo bordo

dragaggio meccanico foto

Dragaggio e scarico meccanico meccanico in vasca di colmata

Stesso sistema di dragaggio, ma il materiale viene scaricato in vasca mediante l’ausilio di gru posizionata a bordo o a terra.

 

 

modalita di riempimento

Modalità di riempimento

Il riempimento all’interno della cassa, verrà conferito e posizionato per strati successivi in modo uniforme. Gli strati verranno regolarizzati con apposita motobarca adibita per tali operazioni di livellamento

Riempimento per strati

Il riempimento avverrà per strati successivi in modo uniforme. Gli strati verranno regolarizzati con apposita motobarca adibita pertali operazioni di livellamento

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA COOKIE POLICY. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close