via Pioppazze,81
Sarno (Sa)

BITTE RIVA SUD MOLO VII Porto di Trieste

opere_marittime_marchio_300_29

punto_blu_20 ENTE APPALTANTE Trieste Marine Terminal Spa

punto_viola_20 OGGETTO L’intervento consiste nella collocazione di sei nuove bitte aggiuntive, per poter meglio gestire l’attracco lungo la Riva Sud del Molo VII, in particolare stante la tipologia di imbarcazioni che usufruiscono della riva si è ritenuta adeguata la scelta di bitte analoghe a quelle già presenti nella medesima area, del tipo in particolare BH5 Special della Fonderia Galliatese da 150 t.

trieste_map

Ante Operam

Nel corso degli ultimi anni il Porto di Trieste ha visto svilupparsi e consolidarsi un sostanzioso traffico di navi porta contenitori, concentrato Punto Franco Nuovo, in particolare lungo la Riva Sud del Molo VII. Lo sviluppo di tali traffici ha indotto alla realizzazione di vettori sempre più adeguati e dalle dimensioni sempre maggiori; la società TMT – Trieste Marine Terminal, terminalista dell’area in questione, di concerto con le compagnie di trasporto e gli ormeggiatori, ha sollevato la necessità di un adeguamento degli attracchi lungo la riva di approdo. E’ stato pertanto indispensabile predisporre un progetto di adeguamento, denominato “A.P.T. N. 1765 – Lavori di installazione di sei nuove bitte Riva Sud Molo VII”, realizzato a cura dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Orientale (già Autorità Portuale di Trieste).

trieste_3

Descrizione dell’intervento

 L’intervento di potenziamento proposto, prevedeva sostanzialmente la collocazione di sei nuove bitte del tipo BH5 Special da 150 t della Fonderia Galliatese, successivamente in corso d’opera la Committente ha richiesto l’installazione di ulteriori quattro bitte. L’ubicazione delle nuove bitte è stata concordata con il terminalista e con gli ormeggiatori, in relazione anche alle caratteristiche geometriche e strutturali della banchina. Il molo in questione infatti è caratterizzato da una struttura pensile realizzata con piastre prefabbricate quadrate di dimensione 9.90 x 9.90 m, solidarizzate ai vertici in testa a pali di grande diametro spinti fino alla quota del basamento roccioso (Flysch triestino): con tale configurazione la posizione di ciascuna delle nuove bitte di riva, come pure di tutte quelle esistenti, deve essere necessariamente ubicata in corrispondenza ad uno dei pali di bordo che sostengono la banchina.

trieste_sezione

Il piano della banchina, nel quale tutte la piastre sono appoggiate a secco sulla testa dei pali, solidarizzate con la testa dei pali stessa e tra loro collegate da barre a grande diametro dei tipo Gewi, costituisce poi il tramite assolutamente sicuro per trasferire i carichi d’ormeggio della bitta ad un numero adeguato di pali atti a sopportarlo. Dal punto di vista della struttura, le nuove bitte saranno collegate alle strutture prefabbricate in c.a.p. per il tramite di piastre nervate in acciaio incassate nello spessore della pavimentazione e a loro volta ancorate ai pali di grande diametro mediante tiranti da precompressione a barra singola ad andamento sub verticale; due ulteriori barre di collegamento, realizzate con analoghi tiranti sono previste a collegare la parte inferiore delle travi di bordo alle piastre retrostanti. I tiranti sono costituiti da barre di diametro 36 in acciaio a filettatura continua tipo Dywidag di qualità 950/1050, inghisate su fori diametro 45 mm tramite l’iniezione di resina tipo HIT-RE 500 V3.

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA COOKIE POLICY. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close